Feste Open Bar, ecco cosa sapere

Se da piccoli partecipare ad una festa significa bere sempre analcolici, le feste da adulti sono sempre decisamente “open bar”, ciò significa che, quasi più che al cibo, è importante prestare attenzione alle bevande somministrate ai partecipanti alla festa.

Proprio per questo motivo spesso ci si affida a società che offrono sia catering che bartender specializzati nelle feste open bar, professionisti in grado di selezionare i migliori prodotti e proporre esclusivi cocktail ideati in tutto il mondo.

Le feste open bar “standard” prevedono la scelta di drink ed ingredienti delle più famose società produttrici di liquori italiane ed estere; elementi freschi come la frutta di stagione e ghiaccio alimentare sono il plus che deve necessariamente arricchire ed abbellire la presentazione.

La modalità “Open Bar Mixology” proposte da alcune società di bartender permette di personalizzare l’offerta delle bevande alcoliche, focalizzandosi sullo stile “vintage” o sul “burlesque stravagante”, presentati in bicchieri di vetro o in contenitori alternativi quali mug di rame, barattoli o bottigliette vintage.

Talvolta il “vintage bar” può essere offerto su due ruote, con un truck dotato di bar al suo interno in cui con il personale che serve gli invitati della festa; un tipo di proposta interessante per le feste open bar è l’“Exotic bar”, con cui degustare drink esotici e frutta fresca e tropicale, oppure il “Rum bar”, in cui optare per il rum della Martinica, Santo Domingo, Portorico, Cuba, cui affiancare frutta e spezie, come cannella e arancia, zucchero di canna, caffè.

Il “Whisky bar” fa assaggiare whisky provenienti da Scozia, Irlanda, Stati Uniti, Canada, Giappone, insieme a sigari e cioccolato fondente di ottima fattura accompagnati da frutta e spezie; l’”Organic bar” invece offre i benefici degli estratti della frutta estiva abbinati ai piacevoli distillati in m odo da creare una sensazione piacevole e non invasiva; lo “Spritz bar” va bene in tutte le sue varianti come accoglienza per gli ospiti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *